Museo della carta e della filigrana

Home Eventi I prossimi eventi

Eventi

E' tutto polvere di stelle... personale di opere su carta dell'artista olandese Petra Poolen

E' tutta polvere di stelle....
  • 04
  • Apr
    2020

Fino al 03/05/2020

Ogni organismo è costituito da cellule. Cosa sono in realtà? Si dividono, coagulano, si attaccano e si respingono, viaggiano, combattono e si uccidono, si cercano, si intrecciano, scompaiono riappaiono e ricominciano da capo, ancora e ancora. Sono eterne o alla fine muoiono e diventano polvere di stelle? Di loro non resta più nulla o sono immortali e ogni volta si trasformano in altri organismi? Quando osservo da vicino l'universo, l'interno di una zucchina o una cellula, scopro composizioni simili. Come è possibile? Sarà la polvere di stelle? E' possibile ricondurre la vita dell'universo in una singola cellula o in un elemento base? Può essere che sia così semplice? O siamo parte infinitesimale di un groviglio, estremamente complesso, composto da filamenti, cellule base e DNA? Esiste un legame tra la vita e la morte? Il dubbio mi intriga moltissimo tanto che è diventato l'elemento principale del mio lavoro: voglio mostrare le connessioni “cellulari” e la loro bellezza attraverso il mio linguaggio visuale. 66 milioni di anni fa c'era un mare tropicale nell'area in cui vivo. In quel mare c'era molto plancton che ha prodotto una roccia calcarea molto bella. Su quel calcare appoggiano le fondamenta della mia casa e così mi trovo poggiata su una fondazione che ha tanti milioni di anni. E' eccitante pensare che la mia vita sia in collegamento con qualcosa di così grande. Ho ingrandito quel plancton nelle mie opere, perché è fonte della vita, è grande nel suo essere piccolo. Senza plancton non saremmo qui. Se lo osservi al microscopio ti accorgi che ha forme meravigliose, piccoli alieni che hanno formato il calcare. Dove vivo quel materiale è usato per rendere il terreno più fertile. Quindi, senza plancton niente zucchine! In questo modo, attraverso ognuna delle mie “cellule” mi collego a questa storia antica, ad ogni passo e ad ogni morso che faccio. Le mie cellule sono indissolubilmente legate al calcare prodotto in 66 milioni di anni dall'accumulo di quel plancton. Colpita dalla bellezza e dalla perfezione delle zucchine che mangio, ne ricavo papiri proprio come facevano gli antichi egizi per produrre i loro. Taglio le verdure e le scotto per un po' prima di metterle nella pressa da carta. Quando tiro fuori le fibre pressate, resto stupita dalla loro somiglianza con quelle dell'universo e questo rende a me ancora più chiaro quanto tutto sia collegato. Ho usato questi “papiri” come supporto per realizzare una serie di stampe in lino e serigrafie che ho poi inserito in grandi fogli di carta. Ho collegato cellule, plancton, meduse e fossili con un filo di lana per rappresentare le loro infinite microscopiche connessioni Realizzo la mia carta alla maniera giapponese, ottengo la polpa dalla fibra di abaca con cui modello grandi fogli di carta. Nella carta ancor bagnata realizzo le mie composizioni impiegando varie tecniche di stampa e materiali come lana e filo. In questo modo, do forma al mio linguaggio creativo combinando fibre ed acqua e continuo a farlo fino a quando ne percepisco la connessione.


Petra Poolen 1966 Heerlen, Olanda
vive e lavora a Maastricht

Galleria fotografica

Immagini

E' tutta polvere di stelle